Nesci (M5S) chiede un incontro a Scura

«l’estemporanea previsione di una sola azienda sanitaria per l’intera Calabria riporterebbe indietro tutto e tutti» e il nuovo Patto per la salute obbligherebbe a modificare ancora la rete dell’assistenza, «quando la regione ne ha già una approvata dai ministeri competenti, che può essere migliorata ma non stravolta».

La deputata M5S Dalila Nesci ispeziona l’ospedale di Tropea (Vibo Valentia)

«Il Movimento cinque stelle vuole collaborare costruttivamente al riordino del sistema di gestione della sanità. Dobbiamo dunque partire dal dialogo e dal nuovo Patto per la salute, che ci obbliga a rifare daccapo la rete dell’assistenza, già approvata dai ministeri competenti nella sua versione attuale. Perciò, il primo punto politico è sapere se la Calabria può ottenere una deroga ai canoni del nuovo Patto per la salute o se la sua rete dell’assistenza va ricostruita per intero».

L’appello delle deputate M5s Nesci e Dieni

Per le due parlamentari, «immagini come i corridoi della Medicina degli Ospedali Riuniti, pieni di pazienti su barelle, devono obbligare le istituzioni ad attivarsi rapidamente per riprogrammare l’assistenza sanitaria secondo razionalità e modernità, a garanzia del diritto alla salute». «Per questo – proseguono le due parlamentari Cinque stelle – occorre un vertice presso la Regione, anche per verificare con esattezza le esigenze di nuove assunzioni di medici e infermieri, di cui c’è anche bisogno».

WiFi gratuito negli uffici postali a partire dal 30 giugno 2015

“Si tratta – conclude Caio – di un altro passo nello sviluppo di prodotti e servizi semplici e sicuri per le persone, le imprese e la Pubblica amministrazione previste nel Piano Poste 2020 che, con investimenti per oltre 3 miliardi di euro, punta a fare di Poste Italiane l’azienda leader del processo di cambiamento e di avanzamento economico .

I deputati M5s, Nesci, Lorefice e Parentela hanno incontrato Oliverio

«Ancora – proseguono i parlamentari M5s – abbiamo chiesto che il governatore sia portavoce di queste istanze presso la maggioranza cui appartiene, per una soluzione definitiva in favore dei tantissimi malati in attesa di risposte».
«Siamo convinti – concludono Nesci, Lorefice e Parentela – che oggi sia stato compiuto un primo passo, anche perché il governatore della Calabria ci ha incontrato appena dopo la nostra richiesta, assumendo un primo impegno di verificare la situazione per l’anno 2014».

Non nascere sotto una buona stella la Giunta Oliverio

Ci auguriamo che la stessa sollecitazione arrivi anche dal Presidente Matteo Renzi, che proprio stasera incontrerà Oliverio. Il neo Governatore lo deve a una Calabria assetata e bisognosa di onesta’ e trasparenza, che non merita di essere amministrata da persone anche soltanto sfiorate da sospetti di questo tipo”.

La vicepresidenza del Consiglio della Calabria all’esponente Ncd Pino Gentile

“L’inizio della nuova legislatura regionale si caratterizza per la sopravvivenza dei vecchi schemi e delle solite logiche spartitorie, nonché per la conferma di un ex delfino di Giuseppe Scopelliti. Le elezioni della Calabria sono servite a rimescolare le carte per lasciare le cose proprio come erano».
Nesci conclude: «Vedremo come Oliverio vorrà uscire dalla morsa in cui è stretto, visto che alle regionali ripudiò l’alleanza con i fratelli Gentile”.

“Il Movimento Cinque stelle continuerà a vigilare”

Il dato politico più rilevante è l’astensionismo estremo. Non abbiamo saputo convincere le tante persone stanche del clientelismo e della pessima amministrazione in Calabria, che hanno preferito restare a casa, dando così un segnale chiarissimo. Il nostro impegno sulle questioni principali della Regione è stato massimo, ma evidentemente non siamo riusciti a trasmetterlo bene.

Il sistema di potere si ripresenta alle elezioni regionali del 23 novembre

«La Calabria – proseguono i Cinque stelle – è la prima emergenza dell’Italia, che il federalismo introdotto nella Costituzione non consente di controllare a modo. Il rischio del dissesto della Regione è concretissimo. Soltanto un governo regionale volto al servizio pubblico può impedire il tracollo e recuperare i servizi, dalla sanità alla gestione dei rifiuti».

L’ultima dimostrazione di forza dell’ex presidente della Regione Calabria Giuseppe Scopelliti

]«Alla fine gli Scopelliti’s hanno voluto dare l’ultima dimostrazione di forza nominando poco fa, a notte fonda, i commissari delle aziende della sanità calabrese in sostituzione dei direttori scaduti». Lo dichiara la deputata M5S Dalila Nesci, che aggiunge: «Hanno voluto provare a loro stessi che contano ancora qualcosa. Dunque hanno agito spacciando la bugia dell’obbligo giuridico delle nomine e nascondendo la delibera di giunta del 2010 in cui sostenevano che tali provvedimenti spettavano solo al governo, tramite il commissario per il rientro dal debito sanitario».

A Tropea il primo Party dei Blue Knights Italia III

Reggio Calabria ospita un club attualmente guidato dal tropeano Antonio Barritta Una due giorni appassionante ha visto riunirsi un centinaio di centauri Si tratta di un confraternita internazionale no-profit formata da membri delle Forze dell’Ordine in servizio attivo o in pensione, che amano girare in moto. Nella primavera del 1974, diversi agenti di Polizia dell’area […]

La “Costa degli Dei” sempre più sicura. Senza sosta l’azione di prevenzione e repressione

Dei continua ad essere movimentata, e nella giornata di ieri lo è stata maggiormente a Ricadi e Tropea.
Ieri sera, i militari della Stazione Carabinieri di Spilinga, durante un servizio di controllo del territorio, hanno incrociato un soggetto di sesso maschile che aveva un viso familiare.

Si e concluso oggi l’incontro con i dirigenti di Costa Crociere

Il presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria Calabria Mario Romano ed i rappresentanti di Costa Crociere insieme per la terza tappa calabrese. Dopo Crotone e Reggio Calabria, Tropea al centro del Road Show dei quattro eventi previsti, al fine di avviare una collaborazione di forte impatto economico per il territorio regionale.