Perseguitati per il Vangelo

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

Perseguitati per il Vangelo.

– Se hanno perseguitato Gesù, Figlio di Dio, perseguiteran-no anche i suoi discepoli. Ma oggi il Signore ci rassicura: il Padre celeste veglia sui suoi figli. La nostra vita è nelle sue mani e nessuna persecuzione potrà strapparcela.
– Così Gesù prepara i suoi discepoli alle prove che verranno: l’uomo di Dio è perseguitato perché dice parole di verità, che gli stolti non vogliono udire.
– Molte cose, troppe accadono nel mondo contro il volere di Dio. Ogni odio, ogni guerra, ogni violenza accade contro la volontà del Padre, e tuttavia nulla avviene senza che Dio ne sia coinvolto, nessuno muore senza che Lui non ne patisca l’agonia, nessuno è rifiutato senza che non lo sia anche Lui (Matteo 25), nessuno è crocifisso senza che Cristo non sia ancora crocifisso. Ma Gesù stesso ci rassicura: “Non abbiate paura!”.

Dal Vangelo di questa domenica  (Mt 10,26-33).
♦ In quel tempo, Gesù disse ai suoi apostoli:
«Non abbiate paura degli uomini, poiché nulla vi è di nascosto che non sarà svelato né di segreto che non sarà conosciuto. Quello che io vi dico nelle tenebre voi ditelo nella luce, e quello che ascoltate all’orecchio voi annunciatelo dalle terrazze.
E non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo, ma non hanno potere di uccidere l’anima; abbiate paura piuttosto di colui che ha il potere di far perire nella Geènna e l’anima e il corpo.
Due passeri non si vendono forse per un soldo? Eppure nemmeno uno di essi cadrà a terra senza il volere del Padre vostro. Perfino i capelli del vostro capo sono tutti contati. Non abbiate dunque paura: voi valete più di molti passeri!
♦ Perciò chiunque mi riconoscerà davanti agli uomini, anch’io lo riconoscerò davanti al Padre mio che è nei cieli; chi invece mi rinnegherà davanti agli uomini, anch’io lo rinnegherò davanti al Padre mio che è nei cieli».

Non abbiate paura. Siamo nelle mani di Dio.
♦ Per tre volte Gesù ci rassicura: Non abbiate paura, voi valete! Che bello questo verbo! Per Dio, io valgo. valgo di più, di più di molti passeri, di più di tutti i fiori del campo, di più di quanto osavo sperare. E se una vita vale poco, niente comunque vale quanto una vita.
♦ Ma noi sperimentiamo che il nostro Dio sembra non poter farci nulla contro la morte, la sofferenza, la violenza, la malattia. Sembra che il mondo, con tutto ciò che gli è proprio, vada per la sua strada.
Ecco: dobbiamo riconciliarci con un Dio debole e impotente nei riguardi delle cose del mondo. Semplicemente perché Egli è l’amore ed è onnipotente solo nell’amore. E l’amore non si sostituisce mai all’uomo, non lo scavalca.
L’amore non preserva dal male, ma sta dalla parte dell’amato in quel male.
Dio non ci salva dalla sofferenza, ma nella sofferenza; non ci toglie dalla croce ma vi sale con noi per starci accanto. Il nostro Dio è il Dio-con-noi.
Tutto accade, tutto si svolge nel mondo come in un copione che a noi non è dato comprendere e modificare. Tuttavia sappiamo però che alla fine nulla andrà perduto. Tutto sarà recuperato perché tutto è contenuto nelle sue mani. “Non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo”.

Questa grande frase  si ripete tre volte: “Non abbiate paura”.
Il 9 Aprile 1945 nel campo di concentramento di Flossenburg viene condannato a morte, ingiustamente, il pastore teologo tedesco Dietrich Bonhoeffer.
Salutando i compagni di cella disse: “Vado verso la vita”. E andava a morire.
Non c’è motivo di temere qualunque cosa succeda.
Mi fido di Gesù e dico come Bonhoeffer oggi: “Vado verso la vita”.
Qualunque cosa io stia vivendo e mi stia capitando – proprio qualunque! – dico: “E’ per la vita tutto questo. Non capisco, ma non ho paura: c’è Lui”.
Smettiamo di controllare le giornate, le persone, l’età che passa. Il Signore ripete ancora a noi oggi “Non abbiate paura, coraggio, ci sono io”.
E’ la bella notizia di questa domenica! Nella fatica della testimonianza il Signore ci assicura che siamo nel cuore di Dio.

Se hanno perseguitato Gesù, Figlio di Dio, perseguiteranno anche i suoi discepoli. Ma oggi il Signore ci rassicura: il Padre celeste veglia sui suoi figli. La nostra vita è nelle sue mani e nessuna persecuzione potrà strapparcela. – Nessuno muore senza che Cristo stesso non ne patisca l’agonia, nessuno è rifiutato senza che non lo sia anche lui; nessuno è perseguitato senza che Cristo non sia ancora crocifisso. Ma Gesù stesso ci rassicura: “Non abbiate paura! Voi valete… la vostra vita è nelle mani di Dio”.

Condividi l'articolo