Quali strade per Dio?

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Quali strade per Dio?

– Il credente si impegna ogni giorno a camminare sulle strade di Dio, per trovarlo e goderne la presenza. Anche a Dio piace percorrere le stesse strade per incontrare gli uomini. Ma l’incontro spesso non avviene: ci sarà qualche errore di valutazione. E a non sarà Dio ad essere mancante, ma l’uomo.
– Se uno dicesse: “Io amo Dio”, e odiasse il suo fratello, è un mentitore. Chi infatti non ama il proprio fratello che vede, non può amare Dio che non vede (1 Gv 4,20).
– E’ la situazione di tanti di noi. Ci illudiamo di appartenere a Dio, ci sentiamo autorizzati ad invocarlo, dimenticando che la vera via verso di Lui rimane sempre il prossimo.
– Ama il tuo prossimo e sarai capace di vedere Dio. Anzi sarà lo stesso Dio a venire da te. E ti troverà, se camminerai sulla via giusta, come ci ricorda questa graziosa storia.

Tra i Padri del deserto, molti eremiti abitavano nei dintorni della sorgente. Ognuno di essi si era costruito la propria capanna e passava le giornate in solitudine, in profondo silenzio, meditando e pregando.
E ognuno, raccolto in se stesso, invocava la presenza di Dio.
♦ Dio avrebbe voluto andare a trovarli, ma non riusciva a trovare la strada. Tutto quello che vedeva dall’alto erano puntini lontani tra loro nella vastità del deserto.
♦ Poi, un giorno, per una improvvisa necessità, uno degli eremiti si recò da un altro. Sul terreno rimase una piccola scia di tracce di quel cammino.
Poco tempo dopo, l’altro eremita ricambiò la visita e quella traccia si fece più profonda.
poi anche gli altri eremiti incominciarono a scambiarsi visite.
La cosa accadde sempre più frequentemente. Finché, un giorno, Dio, sempre invocato dai buoni eremiti, si affacciò dall’alto e vide che vi era una ragnatela di sentieri che univano tra di loro le capanne degli eremiti.
Tutto felice, Dio disse:Adesso si! Adesso ho la strada per andarli a trovare“.

Ma com’è difficile tracciare uno di quei piccoli sentieri: la strada per andare verso l’altro!
(Una storia di Bruno Ferrero)

Nel deserto della vita ci illudiamo di appartenere a Dio, ci sentiamo autorizzati ad invocarlo, dimenticando che la vera via verso Dio rimane sempre il prossimo. Ama il tuo prossimo e sarai capace di vedere Dio. Anzi sarà lo stesso Dio a venire da te.

Condividi l'articolo