Attualità

Corri Zaccanopoli del 10 agosto 2010

É da precisare che la Fidal riguarda l’atletica leggera italiana e fa parte del CONI. Si tratta di organizzazioni sportive che hanno sede in ogni capoluogo di provincia italiana. La IAAF, invece, è l’atletica leggera internazionale.
Il giavellotto che usavo mentre ho visto affiggere su “Corri Zaccanopoli” i manifesti da due studenti Mazzitelli e Mazzeo è un attrezzo IAAF finlandese.

Rubriche

L’opinione di Francesco A. Taccone

Mercoledi 4 agosto verso le ore 19.00, mentre ero al campo sportivo di Parghelia, con il giavellotto, ho visto due ragazzi che affiggevano un manifesto, mi sono avvicinato e mi hanno detto che il 10 agosto ci sarebbe stata la corriZaccanopoli. Ho chiesto per quale motivo la corsa si sarebbe svolta il 10 e non il 4 oppure il 5 agosto, giorni dedicati alla festa della madonna della Neve.
Mi è stato risposto che il 10 agosto era stato fissato dalla Fidal provinciale (atletica leggera), giorno per loro disponibile. Ho apprezzato la serietà della Fidal nell’assicurare la sua presenza alle gare. Perché ritengo che sia opportuno che ogni manifestazione abbia delle regole onde assicurare un sano principio della libertà ed evitare il libertinaggio.

Cultura e Società

“CorriZaccanopoli”

Grandissimo successo ha riscosso la manifestazione sportiva “CorriZaccanopoli”, giunta alla quarta edizione, organizzata dall’Associazione “Antichi Mulini”, con il patrocinio del Comune di Zaccanopoli e la collaborazione tecnica del Comitato provinciale della FIDAL Calabria, rappresentato dal responsabile Pasquale Mazzeo.
Ben 80 atleti, tesserati Fidal e amatoriali, provenienti da ogni parte della Regione, hanno partecipato alla gara che si è svolta per le strade cittadine su un circuito molto tecnico da ripetere cinque volte, per un totale di 7 km.

Cultura e Società

L’infiorata di Zaccanopoli

Anche la comunità parrocchiale di Zaccanopoli ha avuto, domenica 6 giugno nella Festa del Corpus Domini, la sua prima Infiorata.
L’iniziativa è stata voluta fortemente dal parroco don Francesco Sicari e ha visto protagoniste molte famiglie della parrocchia che, fin dal mattino, si sono ritrovate nei vari quartieri del paese per realizzare gli artistici disegni; le strade si sono così colorate con i colori gialli delle ginestre e quelli bianchi, rossi e rosa dei petali di fiori, di foglie delle piante, di segatura di legno, di residui di caffè, di zucchero, di sabbia e di quant’altro di colorato poteva servire a realizzare i tappeti dei fiori.

Cultura e Società

Convegno su Francesco Mottola

Un incontro all’aperto Organizzato dal parroco don Francesco Sicari E’ stata una bella intuizione quella del parroco don Francesco Sicari nel voler organizzare, in occasione dei festeggiamenti per la patrona Madonna della Neve, un incontro all’aperto per parlare del Venerabile don Francesco Mottola, insieme alla cittadinanza, tutti riuniti nella piazza antistante la Chiesa. La piazza […]