Gennaio 2010

Il futuro della nostra città, in questi primi mesi del nuovo anno, è decisamente in gioco. E tutto dipenderà dalla compagine i cittadini che verranno eletti affinché prendano le redini dell’amministrazione comunale. Sindaco in testa. Le ultime esperienze hanno lasciato l’amaro in bocca perché non hanno offerto alla bella perla del Tirreno la possibilità di continuare la sua vita mostrando al mondo le sue bellezze e le sue ampie possibilità di sorprendere i tanti visitatori. E non solo i visitatori, anche per i residenti il recente passato non è stato magnanimo. E’ il tempo, questo, di non stare alla finestra a guardare soltanto, ma quello di pensare e di riflettere chi e coloro, tra i tanti uomini di buona volontà che scelgono di scendere in campo per lavorare esclusivamente per Tropea, si ritengano capaci di realizzare tutte quelle iniziative e opere che ognuno di noi ritiene siano necessari perché la città riprenda a crescere.

Dicembre 2009

Ultimo mese dell’anno. Il tempo corre e non si riesce a fermarlo in nessun modo. Nel dicembre dello scorso anno auguravo un lungo periodo di nuove speranze per tutti. Non so quali speranze si siano avverate per ciascuno di voi, ma so che per la città se ne sono avverate veramente poche. Un anno di … crolli! Dalle frane, alla caduta dell’amministrazione comunale, alla chiusura delle strutture scolastiche e altro ancora. Per fortuna l’anno si chiude con le feste natalizie che c’inducono a non perdere mai la speranza.

Novembre 2009

La mia attenzione, nonché preoccupazione, in questo novembre è rivolta al mondo della scuola, a tutti i nostri studenti e alle loro famiglie, ai docenti e ai dirigenti scolastici. Nel volgere di tre stagioni, primavera, estate, autunno, è scoppiata la grana delle strutture scolastiche non a norma. Sconvolgente pensare che i nostri figli, per giorni, per tanti giorni, hanno fatto l’ingresso, sorridenti, dentro scatole di cemento oggi dichiarate inagibili e quindi a rischio crollo. Lì dentro hanno trascorso diverse ore delle loro giornate. Ma la fortuna, o qualcun altro, ha voluto stendere la sua mano protettrice e nulla di grave si è verificato. Sia la scuola media, quanto l’elementare, oggi sono chiuse. Dovranno essere rase al suolo e rifatte, stavolta con più cemento e con sistemi antisismici.

Ottobre 2009

E’ autunno signori, ufficialmente autunno. L’estate 2009 si è allontanata portandosi dietro immagini, storie e parole di un breve periodo che, comunque, rimarrà unico e irripetibile per certi aspetti. Di turisti ne abbiamo visti tanti, provenienti da ogni dove, che hanno potuto usufruire del nostro bel mare salvato, per miracolo, dalle notizie negative di mare sporco in Calabria e sbandierate dai mezzi d’informazione.
Le voci sussurrano che, tutto sommato, è stata una stagione turistica positiva. In quel piccolo fazzoletto di terra del nostro centro storico, è stato un pullulare di vita e di fervente attività, almeno fino a tutto il mese di agosto e i primi di settembre.