La marmellata di cipolle rosse di Tropea

Un po’ dolce e un po’ agre

Questa marmellata (ha ottenuto la denominazione IGP nel 2008) vi farà fare un figurone con gli ospiti durante un pranzo o una cena importante! E’ molto versatile si può davvero utilizzare in tantissime preparazioni, è l’ideale su delle bruschette oppure per dare un tocco in più anche ad un bollito di carni miste ma l’abbinamento più gettonato è sicuramente quello con i formaggi sia quelli freschi che quelli di media stagionatura. Una volta provata, non potrete più rinunciare!

Ingredienti:
600 gr di cipolle rosse di Tropea
90 ml di aceto di vino rosso
2 bicchieri di vino bianco
500 gr di zucchero

Procedimento:
Tagliare sottilmente le cipolle (possibilmente con una mandolina), metterle a macerare in un recipiente coperte con l’aceto, il vino e 250 grammi di zucchero. Lasciarle per almeno due ore, in modo che prendano sapore e si ammorbidiscano.
Trascorso il tempo necessario trasferire le cipolle in un tegame, possibilmente dai bordi alti, e far cuocere a fuoco basso finché non saranno ben appassite, una volta appassite si potrà aggiungere la restante dose di zucchero e far continuare la cottura, avendo cura di mescolare costantemente con un cucchiaio di legno, fino a che la marmellata non sarà della densità giusta.
Un trucchetto per capire se la marmellata ha raggiunto la giusta consistenza è quello di porre un pochino di marmellata su un piatto inclinato e se non scivola via vorrà dire che è pronta!
A questo punto, la marmellata potrà essere travasata nei barattoli di vetro (già sterilizzati), che andranno capovolti e lasciati a riposare in un luogo buio fiche non saranno freddi. Solo a questo punto andranno messi in una pentola ricoperti di acqua e portati a bollore per circa 15/20 minuti. Una volta freddi potranno essere riposti e consumati!

Condividi l'articolo
Olga Schiariti
Olga Schiariti
Adoro leggere, mi piace cucinare ed appena possibile mi piace viaggiare, assaggiare nuovi piatti e conoscere le altre culture. Sono sposata e vivo e lavoro da tantissimi anni a Roma dove ho studiato Lettere.