Emigranti, orgoglio tropeano

“Il turismo a Tropea è nato anche grazie a loro” Pubblichiamo la e-mail del sig. Francesco Angiò, figlio di emigranti e residente in Lombardia, che ricorda i tanti emigrati tropeani degli anni Cinquanta Il sig. Francesco ci invita a ricordare gli emigranti che negli anni Cinquanta “hanno dovuto abbandonare col cuore spezzato la terra natia […]

Sulla tomba di chi fu emarginato

Papa Francesco tre anni fa ha reso onore ai due grandi sacerdoti che avevano anticipato il vento del Concilio ed ha pregato sulle loro tombe: due paesi Bozzolo e Barbiana per un pellegrinaggio di amore verso due figli della Chiesa, sacerdoti: Primo Mazzolari e Lorenzo Milani. Per don Primo Mazzolari questo è un passo avanti verso la beatificazione; per don Lorenzo Milani è la riparazione di una ferita della storia per l’esilio di Barbiana. – Ancora oggi il Papa esorta i sacerdoti ad essere “ponti fra Dio e le persone e restino attaccati al popolo”con l’auspicio che “possa sempre e dovunque essere rispettata la libertà di coscienza; e possa ogni cristiano dare esempio di coerenza con una coscienza retta e illuminata dalla Parola di Dio”.