Assegnazione di buoni spesa a nuclei familiari

Avviso criticità, emergenza coronavirus REQUISITI: nuclei familiari che nei mesi di febbraio e marzo 2020 abbiano complessivamente percepito – a qualsiasi titolo, comprese indennità di assistenza previdenziale – somme di denaro inferiori ad € 1.150,00, aumentate di € 100,00 per ogni componente del nucleo familiare* e che non dispongano, alla data del 31.03.2020, di una […]

Avviso pubblico ai commercianti

Avviso criticità, emergenza Coronavirus I gestori delle attività che vendono generi alimentari e/o prodotti di prima necessità, interessati dovranno comunicare la propria disponibilità ad accettare i “buoni spesa”  

La festa liturgica di San Francesco di Paola

Il 2 aprile la diretta streaming dal Santuario di Tropea La sua ricorrenza è sempre occasione di gioia e di pace per i suoi devoti, particolarmente in questo periodo in cui, su tutto il mondo, si allarga l’ombra tenebrosa della pandemia del coronavirus La diretta streamnig dal suo Santuario in Tropea è motivo di rinnovata […]

Due aprile, giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo

“Autismo ai tempi del Coronavirus, Ricerca e Salute al primo posto” L’ANGSA (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici) anche quest’anno sarà impegnata per la Giornata Mondiale della Consapevolezza sull’Autismo In questo momento di grande difficoltà per le famiglie con persone autistiche, l’ANGSA ha riflettuto su quanto il Covid-19 rappresenti un rischio dal forte impatto sociale, non […]

La dignità dovuta ai morti

Quante bare e nessuno a piangere i morti. Le tante bare chiuse in fretta e quasi ammucchiate in attesa della cremazione, il distacco repentino e crudele nelle forme dettate dalla contingenza del Covid-19, hanno suscitato qualche perplessità: dove è finita la dignità dovuta ai morti? – La vicenda di Lazzaro, amico di Gesù, morto tra il dolore delle sue sorelle Marta e Maria: compianto dallo stesso Gesù che si commuove e piange, accompagnato alla tomba da tanti amici e conoscenti che manifestano reazioni differenti. Riscoprire la dignità dovuta ai morti, sentimento di vera umanità per tutti, e la speranza che viene dalla fede, per chi crede nel Dio della vita e non della morte.

La domenica del pianto e della speranza

Ieri mattina, domenica 29, il Papa ha pregato per quanti sono nel dolore in questo tempo di afflizione. Nell’omelia ha ricordato che “anche Gesù ha pianto: tante persone oggi piangono, chiediamo la grazia di saper piangere con loro, come fa il Signore. Oggi sia per tutti noi la domenica del pianto.- Diversi medici in questi giorni si stanno affidando a Dio per servire meglio in questo tempo difficile, ritrovandosi in momenti di preghiera insieme a colleghi e pazienti. E molti pazienti moribondi li hanno dovuto accompagnare anche con una preghiera di benedizione. Medici del corpo e dell’anima.

Comune di Drapia: una lettera di protesta a Poste Italiane

La chiusura di alcuni uffici postali disposta da Poste Italiane in piena emergenza Covid-19 è una scelta non solo immotivata ma potenzialmente idonea ad amplificare il rischio di diffusione dei contagi È evidente, infatti, come tale provvedimento, che costringe gli utenti a recarsi negli uffici postali rimasti operativi, contrasti con gli obiettivi perseguiti dai provvedimenti […]

Io sono la risurrezione e la vita

In tempo di pandemia del coronavirus tutto sembra parlare di morte. Ma in questa quinta domenica di quaresima il Signore Gesù ci rivela l’amore del Padre che vuole che nessuno dei suoi figli muoia per il peccato, ma che si converta e viva. – Alla morte dell’amico Lazzaro, Gesù si reca a Betania e conforta la sorella Marta con le parole: «Io sono la risurrezione e la vita».-
La fede non ci risparmia il dolore ma ci dona il sollievo di sapere che il Signore è qui con noi e ci aiuta a portare le nostre croci. – Papa Francesco ricorda la presenza del Signore in mezzo a noi, anche in questa prova ripetendo con fede le parole di Gesù: «Perché avete paura? Non avete ancora fede?» – Ci avviciniamo alla Pasqua. La resurrezione di Gesù è garanzia della nostra risurrezione. Il male sarà sconfitto.

Il sindaco di Tropea, Giovanni Macrì, si rivolge alla Madonna

Al termine della messa del 27 marzo, il sindaco della città Giovanni Macrì, si rivolge alla madonna Egli Le ricorda che è venuta da lontano, mandata da Dio a proteggere la città dai tanti pericoli, e lo ha fatto già in passato Con voce commossa si rivolge alla Madonna di Romania, patrona della città, per […]

Le croniche carenze dell’ospedale di Tropea

Nota stampa comitato pro ospedale Ci sentiamo obbligati a levare il nostro appello all’azienda perché provveda immediatamente alla fornitura dei presidi adeguati per operatori e pazienti In questi giorni di emergenza e di preoccupazione non possiamo che volgere lo sguardo alle sorti del nostro ospedale costiero, questo infatti, è stato oggetto di numerose attenzioni ed […]

27 marzo, un venerdì pieno di misericordia

Un venerdì di quaresima particolare quello di ieri 27 marzo, segnato dal dolore per le vittime del virus, inquietato dai numeri del contagio, ma anche contraddistinto dalla speranza alimentata dalla preghiera. Ogni comunità ha potuto vivere i suoi momenti liturgici e tradizionali nell’intimità della famiglia o seguente le tante dirette streamnig sulle celebrazioni parrocchiali a porte chiuse. – L’appuntamento straordinario di grazia e di misericordia è stato quello vissuto con Papa Francesco in diretta mondiale da una Piazza San Pietro “vuota” e battuta dalla pioggia, ma piena della presenza di Cristo con la Santa Eucaristia e con la Benedizione Urbi et Orbi, portatrice di Indulgenza plenaria.- E i vescovi nelle loro rispettive sedi a portare la benedizione ai tutti i defunti, specialmente a quelli causa del coronavirus che non hanno avuto le esequie tradizionali. – I fedeli della città di Tropea, e ovviamente tanti tropeani nel mondo, hanno potuto seguire in diretta streaming la Festa del Patrocinio della Madonna di Romania.

Tropea-La Madonna di Romania in tempo di coronavirus

Tropea – La Madonna di Romania in tempo di coronavirus – Anche se la novena non si potuta pregarla insieme e la celebrazione delle festa di oggi, 27 marzo, avviene a porte chiuse per, dalle case dei fedeli, in questo momento difficilissimo causato dalla pandemia del Covid-19 in Italia, nel mondo intero, ed anche nella stessa Tropea, si è alzata fervida la preghiera, fiducioso il canto alla cara Madre di Romania, Patrona della città. Il vescovo diocesano, Mons. Luigi Renzo, ha fatto sentire la sua vicinanza e i sacerdoti della città hanno assicurato l’assistenza spirituale attraverso le varie dirette streaming e l’utilizzo dei social media.

La diretta streaming in onore della Madonna di Romania

Durante la diretta, i fedeli potranno ascoltare il messaggio del Vescovo Luigi Renzo Domani 27 marzo 2020, sulla pagina facebook di tropeaedintorni, potrete seguire la Celebrazione Eucaristica in onore della Nostra Patrona dalla Concattedrale di Tropea Il video in HD dellla Celebrazione Eucaristica Venerdì 27 marzo 2020 sarà disponibile la diretta streaming: La diretta streaming […]

Coronavirus, anche i preti esempi di eroicità

Coronavirus, anche i preti esempi di eroicità – Il triste sviluppo del coronavirus Covid-19, tra le grandi sofferenze arrecate sta facendo emergere storie di autentica umanità e molti esempi di eroicità. Papa Francesco ha menzionato i medici, preti e infermieri morti come esempi di eroicità, ringraziando Dio per l’esempio della eroicità nel curare gli ammalati”. I preti italiani si ammalano e muoiono come gli altri, insieme agli altri, perché stanno in mezzo alla gente. Perciò nn è una sorpresa trovarli nell’elenco delle vittime mietute da questa spaventosa epidemia del virus Covid-19. Tra le tante storie di preti morti per il virus, quella di don Giuseppe Berardelli ha toccato vivamente l’opinione pubblica.

25 marzo, l’Italia invoca la Madonna

Il 25 marzo è la solennità dell’Annunciazione del Signore [dicitura liturgica corretta] e molte diocesi già da giorni stanno invitando i fedeli ad invocare in questo giorno con particolare fiducia il materno aiuto della Madonna nel terribile momento della pandemia del corona virus. – In ogni chiesa la Madonna è invocata con un titolo legato alla tradizione locale. Ma oggi viene invocata nella benedetta circostanza che ha ricevuto l’annuncio della incarnazione del Signore. – L’Angelo del Signore portò l’annuncio a Maria ed Ella concepì per opera dello Spirito Santo – Eccomi, sono la serva del Signore: si compia in me la Tua parola – E il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi – Prega per noi, Santa Madre di Dio, perché siamo fatti degni delle promesse di Cristo.